Gli esempi sono uno degli strumenti più potenti per migliorare le prestazioni di Claude e guidarlo a produrre l’output desiderato. Fornendo alcuni esempi ben costruiti nel tuo prompt, puoi migliorare significativamente l’accuratezza, la coerenza e la qualità delle risposte di Claude. Questa tecnica è particolarmente efficace per compiti altamente dettagliati o che richiedono output strutturati o aderenza a formati specifici.

Questa tecnica è anche conosciuta come few-shot prompting (o one-shot prompting se viene fornito un solo esempio).


Perché usare gli esempi?

Gli esempi servono come strumento di apprendimento per Claude, dimostrando esattamente che tipo di output ti aspetti. Spesso sono molto più efficaci della semplice descrizione o delle istruzioni, poiché consentono a Claude di generalizzare i modelli e applicarli a nuovi input. Proprio come gli esseri umani spesso imparano meglio osservando e imitando, Claude può cogliere rapidamente il comportamento desiderato studiando esempi pertinenti.

Ecco alcuni dei principali vantaggi dell’uso di esempi nei tuoi prompt:

  • Maggiore accuratezza: Gli esempi aiutano Claude a capire esattamente cosa vuoi, riducendo la probabilità di interpretazioni errate o risposte irrilevanti.
  • Maggiore coerenza: Fornendo un modello da seguire per Claude, gli esempi garantiscono che le risposte mantengano una struttura e uno stile coerenti tra i diversi input.
  • Prestazioni migliorate: Esempi ben scelti possono migliorare significativamente la capacità di Claude di gestire compiti complessi o sfumati, poiché impara dai modelli e dalla logica dimostrati negli esempi.

Creare esempi efficaci

Per ottenere il massimo dall’uso di esempi nei tuoi prompt, considera le seguenti linee guida su come fornire gli esempi più efficaci:

  • Pertinenza: Assicurati che i tuoi esempi assomiglino da vicino ai tipi di input e output che ti aspetti che Claude gestisca. Più gli esempi sono simili al tuo caso d’uso reale, meglio Claude funzionerà.
  • Diversità: Includi una varietà di esempi che coprano diversi scenari, casi limite e potenziali sfide. Questo aiuta Claude a generalizzare meglio e gestire una gamma più ampia di input.
  • Chiarezza: Rendi i tuoi esempi chiari, concisi e facili da capire. Usa tag di formattazione come <example> per strutturare i tuoi esempi e distinguerli dal resto del prompt. Dai a Claude il contesto su che tipo di esempio sta per incontrare quando possibile (ad esempio, “Ecco alcuni esempi di citazioni APA corrette” o “Ecco alcuni esempi di email che ho scritto”).
  • Quantità: Anche se non esiste una regola rigida per il numero ottimale di esempi, mira a fornire almeno 3-5 esempi per iniziare a dare a Claude una solida base. Puoi sempre aggiungere più esempi mirati se le prestazioni di Claude non soddisfano le tue aspettative.

Per fornire esempi, includili semplicemente nel tuo prompt, distinguendoli chiaramente dall’attività effettiva. Ti consigliamo di utilizzare i tag <example></example> per avvolgere i tuoi esempi, rendendo facile per Claude differenziare tra gli esempi e il resto del prompt.

Ecco un prompt che dimostra l’uso di esempi per guidare la risposta di Claude:

RuoloContenuto
UtenteTi darò alcune citazioni. Per favore, estrai l’autore dal blocco di citazioni.

Ecco un esempio:
<example>
Citazione:
“Quando la mente razionale è costretta ad affrontare l’impossibile ancora e ancora, non ha altra scelta che adattarsi.”
― N.K. Jemisin, The Fifth Season
Autore: N.K. Jemisin
</example>

Citazione:
“Alcuni umani teorizzano che le specie intelligenti si estinguano prima di potersi espandere nello spazio esterno. Se hanno ragione, allora il silenzio del cielo notturno è il silenzio del cimitero.”― Ted Chiang, Exhalation
Autore:
Assistente (risposta di Claude)Ted Chiang

In questo prompt, l’esempio fornisce a Claude una guida su come estrarre il nome dell’autore da una data citazione, rendendo facile per Claude replicare il processo su un nuovo input.


Formattazione degli output

Gli esempi sono particolarmente efficaci per compiti che richiedono output strutturati o formattati. A volte, invece di fornire istruzioni di formattazione passo-passo, puoi semplicemente includere alcuni esempi del formato di output desiderato (anche se consigliamo di avere sia istruzioni che esempi insieme, poiché è probabile che sia più efficace di uno senza l’altro).

Supponiamo che tu voglia che Claude estragga nomi e professioni da un testo dato e li formatti come una lista. Ecco come potresti sollecitare Claude con esempi:

RuoloContenuto
Utente<example>
Testo: Sarah Martinez, un’infermiera dedicata, era conosciuta per la sua cura compassionevole nell’ospedale locale. David Thompson, un ingegnere del software innovativo, ha lavorato instancabilmente su progetti rivoluzionari.
Output:
1. Sarah Martinez [INFERMIERA]
2. David Thompson [INGEGNERE DEL SOFTWARE]
</example>

<example>
Testo: Lo chef Oliver Hamilton ha trasformato la scena culinaria con il suo ristorante farm-to-table. Proprio giù per la strada, troverai la biblioteca, dove la bibliotecaria capo Elizabeth Chen ha lavorato diligentemente per creare uno spazio accogliente per tutti.
Output:
1. Oliver Hamilton [CHEF]
2. Elizabeth Chen [BIBLIOTECARIA]
</example>

Testo: Al vivace mercato degli agricoltori della città, troverai Laura Simmons, un’appassionata agricoltrice biologica conosciuta per i suoi deliziosi prodotti. Nel centro comunitario, Kevin Alvarez, un abile istruttore di danza, ha portato la gioia del movimento a persone di tutte le età.
Output:
Assistente (risposta di Claude)1. Laura Simmons [AGRICOLTRICE BIOLOGICA]
2. Kevin Alvarez [ISTRUTTORE DI DANZA]

Osservando questi esempi, Claude impara a estrarre le informazioni rilevanti e a formattarle come una lista numerata con nomi e professioni nello stile desiderato.


Una parola di cautela

Mentre gli esempi sono incredibilmente potenti, è importante essere consapevoli dei potenziali pericoli. Claude a volte può cogliere modelli non intenzionali nei tuoi esempi, portando a overfitting o comportamenti imprevisti.

Ad esempio, se tutte le tue email di esempio finiscono con “Cordiali saluti”, Claude potrebbe imparare a firmare sempre in quel modo le email che genera, anche se non è appropriato per ogni caso. Per mitigare questo, assicurati che i tuoi esempi siano diversi e rappresentativi dell’intera gamma di output desiderati.


Iterazione e perfezionamento

Creare il set perfetto di esempi spesso comporta iterazione e perfezionamento. Se le prestazioni di Claude non soddisfano del tutto le tue aspettative, considera quanto segue:

  • Analizza l’output: Cerca modelli nelle risposte di Claude che si discostano da ciò che vuoi. Questo può aiutarti a identificare le aree in cui i tuoi esempi potrebbero essere poco chiari o fuorvianti, o dove più esempi potrebbero aiutare.
  • Aggiungi più esempi: Se Claude fatica con determinati tipi di input, fornisci ulteriori esempi che affrontino specificamente quegli scenari.
  • Rivedi gli esempi esistenti: A volte, anche piccole modifiche ai tuoi esempi possono fare una grande differenza. Sperimenta con diverse formulazioni, formati o strutture per vedere cosa funziona meglio.
  • Ottieni l’aiuto di Claude: Scrivere buoni esempi è difficile! Puoi chiedere a Claude di valutare la diversità o la pertinenza dei tuoi esempi per un determinato compito, o di generare nuovi esempi dato un set di esempi esistenti a cui fare riferimento.

Ricorda, il prompt engineering è un processo iterativo. Non scoraggiarti se i tuoi esempi iniziali non producono risultati perfetti: con un po’ di aggiustamenti e sperimentazione, sarai in grado di sbloccare il pieno potenziale di Claude e ottenere risultati eccezionali per le tue applicazioni.


Risorse aggiuntive

  • Tecniche di prompt engineering: Esplora altre strategie per ottimizzare i tuoi prompt e migliorare le prestazioni di Claude.
  • Anthropic cookbook: Sfoglia una raccolta di notebook Jupyter con frammenti di codice copiabili che dimostrano tecniche, integrazioni e implementazioni altamente efficaci e avanzate utilizzando Claude.
  • Libreria di prompt: Lasciati ispirare da una selezione curata di prompt per varie attività e casi d’uso.